Alcol e giovani: aumenta il rischio di comportamenti criminali

Alcol e giovani: aumenta il rischio di comportamenti criminali

Per i giovani ubriacarsi spesso, bere troppo alcol significa anche aumentare il rischio di lasciarsi tentare da comportamenti criminali

da in Adolescenti, Alcool, Giovani, Prevenzione, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Alcol, nei giovani aumenta il rischio criminalità

    L’alcol e, soprattutto, il suo uso e abuso indiscriminato, che sta diventando una pericolosa moda tra i giovani e i giovanissimi, espone i ragazzi a un rischio più elevato di adottare condotte e comportamenti criminali. E’ questa la nuova evidenza che dovrebbe indurre una riflessione, per evitare di lasciare andare alla deriva le nuove generazioni, affascinate dall’ebrezza, come veicolo di gioia effimera.

    Se il pericoloso legame tra l’alcol e il comportamento criminali è già stato evidenziato e ampiamente dimostrato dagli esperti quando ad alzare il gomito sono gli adulti, ora una nuova sperimentazione accende i riflettori sui giovani. Sono loro, con le loro sbornie facili, in compagnia, per sentirsi più “grandi”, più sicuri di sé e accettati, che rischiano davvero grosso, lasciandosi tentare dal crimine.

    Il nuovo studio, i cui risultati sono pubblicati sulle pagine della rivista Alcoholism: Clinical & Experimental Research, tratteggia una situazione preoccupante. Esiste una forte, quanto pericolosa, relazione tra il consumo eccessivo di alcol durante l’adolescenza e la propensione a commettere reati.

    “La questione è estremamente importante perché gli adolescenti che sono criminali attivi hanno molte più probabilità di esserlo anche da adulti.

    Anche se gli adolescenti spesso commettono reati meno gravi rispetto agli adulti, come per esempio atti di vandalismo e furti nei negozi, questi comportamenti possono rapidamente degenerare in uno stile di vita criminale attiva senza interventi efficaci. Capire come l’abuso di alcool tra gli adolescenti possa contribuire ad attività criminali costituisce un’importante area di studio e di intervento” ha osservato uno degli autori della ricerca, Michael T. French, docente di economia sanitaria presso l’Università di Miami.

    E’ come se quel bicchiere di troppo, quella sbronza autorizzasse gli adolescenti ad assumere comportamenti criminali, a lasciarsi andare alle pulsioni più sbagliate. Non sono solo le droghe e le sostanze stupefacenti ad aggiudicarsi i primi posti tra i fattori di rischio per le condotte criminose degli adolescenti: anche l’alcol sale su questo triste podio.

    408

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AdolescentiAlcoolGiovaniPrevenzioneSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI