Al mare, in gravidanza: benefici e precauzioni

Al mare, in gravidanza: benefici e precauzioni

Andare al mare durante la gravidanza è un'ottima idea, per garantire alla futura mamma il pieno di relax: nessun rischio, con le precauzioni giuste

da in Benessere, Caldo, Gravidanza, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    Al mare in gravidanza, consigli utili

    Mare e gravidanza vanno decisamente d’accordo, sono un vero e proprio connubio vincente, soprattutto per il benessere fisico e psicologico della futura mamma, se non ci sono particolari controindicazioni legati a patologie o gestazioni a rischio. Un binomio dai risvolti positivi, sotto molti punti di vista, che, però, merita qualche attenzione e qualche precauzione.

    Il mare, in gravidanza: tutti i benefici

    Il mare è un vero toccasana per l’organismo, anche durante i nove mesi di dolce attesa. L’acqua salata è l’ideale per la futura mamma per concedersi nuotate tonificanti, drenanti e rassodanti, ma anche per lasciarsi cullare dalle onde in riva al mare.

    Ottime anche le passeggiate sul bagnasciuga, con le gambe immerse fino alla caviglia o al ginocchio nella fresca acqua marina, che esercita un benefico massaggio vascolare, alleato della circolazione, contro la cellulite e la ritenzione idrica.

    Le potenzialità positive dell’acqua di mare, soprattutto quando si tratta di una donna in dolce attesa, sembrano proprio non finire mai: lo iodio stimola il metabolismo, aiuta a bruciare grassi e calorie, a tenere il peso sotto controllo.

    Il mare, in gravidanza: le precauzioni sono d’obbligo

    Per evitare ogni rischio, meglio concedersi mare e spiaggia nelle ore meno calde della giornata, quelle della mattina e del tardo pomeriggio.

    Dalla 27° settimana di gestazione, anche la scelta della meta per le vacanze al mare dovrebbe essere ben ponderata: è preferibile accantonare fino al parto le destinazioni più esotiche, per orientarsi verso lidi più sicuri, che abbiano a disposizione una struttura sanitaria, un ospedale attrezzato vicino.

    L’abbigliamento da mare della gestante dovrebbe essere comodo, fatto di tessuti freschi, traspiranti e naturali, come lino e cotone. Il rischio disidratazione, sotto il sole cocente accarezzato dalla brezza marina, è sempre alto, quindi la futura mamma dovrebbe bere molta acqua, almeno due litri il giorno.

    Il mare, in gravidanza: i possibili rischi

    Il caldo può comportare ipotensione, abbassamenti della pressione sanguigna. Tra gli effetti collaterali più fastidiosi del sole durante la gravidanza ci sono i problemi di circolazione sanguigna e il cloasma. Si tratta di macchie scure che possono comparire sul volto, perché, durante la dolce attesa, è stimolata la produzione di melanociti, cellule che producono melanina.

    Per saperne di più:
    La gravidanza serena, anche in estate, con qualche precauzione

    561

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCaldoGravidanzaSalute Donna
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI