Aids: sms solidali e virus free day

Aids: sms solidali e virus free day

L’Aids è una malattia dai numeri ancora preoccupanti, soprattutto nel continente africano, per contrastare la diffusione del contagio, è possibile contribuire con un sms solidale

da in AIDS, HIV, Malattie, News Salute, Sanità, Virus
Ultimo aggiornamento:

    contro l'hiv, sms e virus free day

    L’Aids è una malattia che fa ancora troppa paura, soprattutto nei Paesi del sud del mondo, ma non solo, e che ha al suo triste attivo un numero elevato di vittime: secondo i dati di UNAIDS, Joint United Nations Programme on HIV/AIDS, sono 33,4 milioni le persone in tutto il mondo a essere contagiate dall’Hiv, 15,7 donne e 2,1 bambini. Per contrastare questa grave pandemia, è possibile contribuire al progetto “Fermiamo l’AIDS sul nascere”, con un sms solidale.

    Numeri impressionanti, quelli relativi ai casi di Hiv nel mondo, che descrivono una situazione di emergenza, delineando una vera e propria pandemia, lontana dall’essere debellata nel continente africano. Infatti, due terzi dei sieropositivi sono concentrati nell’Africa subsahariana.

    Cesvi è un’organizzazione umanitaria italiana, che dal 2001 è impegnato nella lotta all’Aids nell’Africa subsahariana, con il progetto “Fermiamo l’Aids sul nascere”: tramite l’sms solidale 45509, attivo dal 27 novembre al 19 dicembre, è possibile contribuire concretamente alla causa, donando 2 euro; chiamando da rete fissa, invece, si possono donare 5 o 10 euro.

    Sms solidale, ma non solo, per rinnovare il suo impegno nel sud del mondo, ma anche nelle iniziative di sensibilizzazione e informazione promosse in Italia, Cesvi, l’1 dicembre, in occasione della giornata di lotta mondiale all’Aids, lancia il Virus Free Day, per il terzo anno consecutivo, patrocinato dal Ministero della Gioventù.

    Il 29 novembre, Roma sarà teatro di un incontro importante, che avrà come protagonisti 200 giovani italiani, zimbabwani e vietnamiti coinvolti in un gemellaggio virtuale sul sito www.virusfreeday.org. Condivisione, riflessione e confronto, attraverso foto, poesie ma anche spot video girati con il telefonino, che diventeranno mezzo privilegiato per condividere informazioni e impressioni sul tema Hiv.

    355

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AIDSHIVMalattieNews SaluteSanitàVirus
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI