Aids: per la cura nuove speranze da un ormone

Una ricerca australiana ha aperto nuove speranze per la cura dell’Aids

da , il

    aids cura ormone

    Per l’Aids le possibilità di cura si arricchiscono di nuove speranze e possibilità grazie ad un ormone, che sembrerebbe svolgere un ruolo di primo piano nel fare in modo che il sistema immunitario risponda in maniera più efficace. Si tratta ancora di una scoperta che necessita di altre conferme, ma che apre interessanti prospettive per il futuro.

    Nel corso del tempo in tema di Aids ci sono state varie novità importanti per andare contro la malattia. Tuttavia il problema sussiste ancora e quindi non si dovrebbe dimenticare l’importanza della prevenzione. È da dire comunque che la ricerca scientifica di tanto in tanto giunge a delle conclusioni importanti, che vale la pena di segnalare. In questo caso sono stati degli studiosi australiani a segnalare ciò che hanno scoperto riguardo ad un’eventuale cura per l’Aids.

    I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista “Cell”. L’ormone implicato si chiama interleuchina-7, in grado di attivare le difese immunitarie. I ricercatori se ne sono resi conto, studiano ciò che avveniva nell’organismo di alcuni topolini, i quali presentavano un’infezione del tutto simile a quella dell’Hiv. Agli animali è stata somministrata una certa quantità di ormoni sintetici e la loro risposta immunitaria ha ricevuto un grande potenziamento.

    Non resta che vedere quali implicazioni avrà questa importante nuova acquisizione circa la cura dell’Aids. La malattia continua ancora a fare molte vittime, perciò i nuovi passi della scienza sono fondamentali per arrivare a dei punti fermi nel trattamento della patologia. La prudenza è d’obbligo, ma l’attenzione alla scienza non è da meno.