Agli italiani non piacciono sport e diete, parola di Eurispes

Agli italiani non piacciono sport e diete, parola di Eurispes

Secondo i dati raccolti dall’Eurispes, gli italiani non sono da annoverare tra i fan dello sport e delle diete

da in Alimentazione, Benessere, Dieta, Fitness, Prevenzione, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Sport e diete non piacciono agli italiani

    Gli italiani, secondo i dati recentemente diffusi dall’Eurispes, non amano lo sport e nemmeno le diete. Popolo di pigroni, che preferiscono le abbuffate alle rinunce a tavola in nome della linea: è così che, a suon di numeri e dati, l’istituto di ricerca definisce gli abitanti del Bel Paese, che si confermano amanti del cibo, piuttosto che del fitness.

    Se proprio devono fare attività fisica, i connazionali preferiscono camminare, anziché correre, e, se costretti a “stringere la cinghia”, eliminando i chili di troppo, si decidono solo a ridosso della prova costume, con le diete “last minute”. Gli italiani, o, almeno, la maggior parte di loro, secondo quanto è emerso dal Rapporto Italia 2012 dell’Eurispes, sarebbero esattamente così.

    Sulla scelta tra passeggiate e corse, non hanno dubbi: il 40,7% dichiara di camminare spesso per almeno venti minuti e il 34,4% lo fa qualche volta, mentre gli amanti del jogging occasionali sono il 31,3%, gli abituali il 12,1%; il 53%, invece, proprio non riesce ad accennare nemmeno un passo a ritmo sostenuto.

    Non si registra il pieno di consensi nemmeno per i “templi” del fitness per eccellenza, le palestre, che possono vantare solo il 3,9% di frequentatori regolari. Il 21% si allena solo saltuariamente in palestra, mentre il 62% rinuncia direttamente all’iscrizione.

    Bassa anche la percentuale di chi segue le diete: il 26,1% ammette di ricorrere a regimi alimentari controllati solo in alcuni periodi dell’anno, soprattutto a ridosso della tanto temuta “prova costume”; il 74,8% del campione non ha alcun interesse e il 19,2% sceglie solo raramente di seguire una dieta.

    Non ci sono, però, solo notizie negative. Alcuni dati sono incoraggianti: il 53,7% segue un’alimentazione abbastanza equilibrata, il 47,5% fa periodicamente esami medici di controllo, il 46,7% tiene sotto controllo il peso, in nome, più che della linea, di uno stile di vita salutare.

    384

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBenessereDietaFitnessPrevenzioneSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI