Ageusia: sintomi, cause e terapia

Ageusia: sintomi, cause e terapia
da in Disturbi
Ultimo aggiornamento:

    Lingua

    L’ageusia è una condizione caratterizzata da sintomi particolari, le cui cause possono essere molteplici. Qual è la terapia adatta? L’ageusia è la perdita della sensibilità gustativa, ovvero l’incapacità di percepire il gusto e ciò può avere un riscontro in diverse patologie. Ma qual è la sintomatologia esatta legata all’ageusia? Quali sono le cause? Quale il trattamento da poter seguire per giungere alla guarigione? Scopriamo di più in merito.

    Cos’è l’ageusia? Come anticipato prima, si tratta di una particolare condizione in cui avviene la perdita della sensibilità gustativa e, dunque, l’incapacità di percepire il gusto: ciò può verificarsi in modo parziale – in quel caso, si parla di ipogeusia – o totalmente. Le sensazioni gustative base sono il dolce, l’amaro, il salato e l’acido, ma la collaborazione del senso dell’odorato permette di recepire un’enorme varietà di sapori più complessi. Generalmente, l’ageusia è correlata alla perdita dell’odorato, ovvero all’anosmia.

    Quali sono i sintomi dell’ageusia? La perdita della capacità di percepire il gusto, ovvero una condizione che può essere causata da diversi fattori.

    Quali sono le cause dell’ageusia? Questa condizione può avere molte cause diverse: infezioni a carico della lingua e delle vie respiratorie – ad esempio, la sinusite o la rinite, che provoca diversi sintomi – il tabagismo, la glossite – infiammazione della lingua – la stomatite o la paralisi di Bell, solo per citarne alcune.

    Inoltre, possono compromettere la percezione del gusto anche alcuni disturbi e malattie, come l’ansia, il diabete, tumori, otiti, insufficienze renali ed epatiche, carenze nutrizionali – di zinco e niacina – malattie endocrine – come l’ipotiroidismo o la sindrome di Cushing – l’herpes zoster oticus, il neurinoma dell’acustico, la poliposi nasale – per cui esistono alcuni rimedi - la sclerosi multipla, traumi cranici, danni neurologici – come la paralisi facciale – lesioni delle papille gustative, effetti collaterali determinati dall’assunzione di determinati farmaci, l’invecchiamento, la riduzione dell’olfatto, raffreddori o la meningite. Da aggiungere che la perdita completa di sapore degli alimenti – che non sia accompagnata da problemi olfattivi – può essere spesso sintomo di un disturbo psichiatrico, ovvero non avviene la vera e propria perdita del gusto, ma si tratta di allucinazioni gustative.

    Alla comparsa del sintomo, è consigliabile rivolgersi al medico che – tramite una serie di esami e analisi – stabilirà la diagnosi e le cure più adatte al caso. Oltre alla visita medica, al classico studio dei sintomi e alle analisi del sangue, potrebbe essere necessario effettuare anche altri test.

    Quali sono i rimedi contro l’ageusia? La terapia dipenderà dalla causa scatenante e va, quindi, prescritta a seconda del caso specifico: potrebbe consistere nell’assunzione o nella sospensione di alcuni farmaci o in altre soluzioni ancora.

    Infine, anche la prognosi dipende da fattori quali la causa scatenante, la gravità della condizione, la tempestività nell’intraprendere la corretta terapia, l’età e lo stato di salute del paziente.

    615

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Disturbi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI