Adolescenti: il poco sonno diminuisce il rendimento a scuola

Adolescenti: il poco sonno diminuisce il rendimento a scuola

Una recente ricerca ha dimostrato che la privazione di sonno nei bambini ha effetti negativi sul piano del rendimento scolastico, perciò bambini ed adolescenti dovrebbero dormire un numero sufficiente

da in Adolescenti, Bambini, Memoria, Ricerca Medica, Sonno
Ultimo aggiornamento:

    adolescenti sonno scuola

    Ignorare l’importanza del sonno è un problema che molte persone pagano sulla propria pelle, ma in questo periodo a risentirne più di tutti sono gli adolescenti che riniziano ha frequentare la scuola. Con la fine delle vacanze estive, e l’inizio della scuola, riprendersi all’ultimo momento dalle abitudini adottate durante l’arco dell’estate, è assai difficile. Secondo un sondaggio condotto recentemente, il 60% degli adolescenti presenta problemi di stanchezza durante il giorno, mentre invece il 15% si addormenta nei banchi scolastici.

    Per cercare di superare le difficoltà che si presentano durante il ritorno a scuola e di conseguenza per ottenere anche dei rendimenti scolastici buoni durante l’anno, è importante dormire bene. Queste parole sono state dette dal Presidente e Pediatra della Societa’ Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) Giuseppe Di Mauro, rispondendo alle varie domande che normalmente le mamme si pongono in occasione del rientro nelle aule scolastiche dei propri figli.

    Una ricerca condotta dall’Università dell’Alabama a Birmingham ha dimostrato che una riduzione delle ore di sonno nei bambini comporta dei risultati negativi a livello scolastico. Questo accade perché il sonno è essenziale per la memoria, l’attenzione e la capacità di giudizio. Per cercare di ripristinare il ritmo sonno-veglia è opportuno che il bambino o l’adolescente segua dei semplici consigli, ovvero: cercare di alimentarsi bene e praticare attività fisica durante il giorno in modo da scaricare lo stress, e nelle ore serali evitare videogiochi e televisione per cercare di non alterare i normali ritmi del sonno.

    311

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AdolescentiBambiniMemoriaRicerca MedicaSonno
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI