Aborto spontaneo: mai più, a scongiurarlo una molecola

Aborto spontaneo: mai più, a scongiurarlo una molecola

Così la donna saprà quanto certa sarà la sua gravidanza o possibile potrebbe essere incappare in un aborto spontaneo

da in Aborto, Gravidanza, Primo Piano, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    Gravidanza

    Poter sapere in anteprima, nel corso di una gravidanza, magari tanto agognata, il rischio che la futura mamma possa correre riguardo alla possibilità o meno di incorrere in un aborto spontaneo, è sicuramente un’eventualità salutata da molti come auspicabile, visto il carico di drammaticità che spesso un’interruzione spontanea di una gravidanza comporta.

    Oggi pare stia divenendo possibile effettuare un apposito test che stabilisca con un certo grado di approssimazione quanto mai vicino alla realtà, la possibilità o meno che una gravidanza giunga a termine; è quanto stanno studiando ricercatori inglesi dell’Università di Leicester operando su una molecola, l’anandamide, che dovrebbe essere in grado di stabilire se una donna abbia o meno possibilità di incorrere in un aborto spontaneo.

    Durante il lavoro sperimentale effettuato in Gran Bretagna, a sottoporsi al test sono state 45 donne gravide che avevano accusato una certa positività all’aborto spontaneo e proprio in queste si erano riscontrati gli alti livelli dell’anandamide.

    Dunque, la strada sarebbe già tracciata affinchè in futuro si possa agire in tempo per intervenire evitando un indesideratissimo aborto.

    221

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbortoGravidanzaPrimo PianoSalute Donna
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI