A me gli occhi – per l’esame di iridologia

A me gli occhi – per l’esame di iridologia

Per un occhio poco esperto non e' per niente facile distinguere tra una malattia e l'altra, solo leggendo l'iride, e non e' neanche scontato che, quando ci si guarda allo specchio, si notino immediatamente le macchie nell'occhio che indicano la patologia, ci vuole calma e attenzione

da in Analisi Mediche, News Salute, Occhi, iride
Ultimo aggiornamento:

    Iridologia

    Iridologia

    “Occhi neri ..” cantava Mal, e come lui sono stati in tanti, che per parlare d’amore, si sono fermati a parlare della bellezza dello sguardo degli amati, ma oltre la bellezza c’e’ di piu’! Gli occhi possono parlare di noi, del nostro stato di salute, dicono se siamo sani o se siamo ammalati.

    Per conoscere come leggere negli occhi esiste una scienza, l‘iridologia, che spiega come interpretare i segni che le malattie lasciano nel’iride: l’organismo, quando soffre di cuore, di pressione, di cancro, di diabete e di varie malattie, anche gravi, lancia un segno di allarme anche all’iride, che si traduce nella macchiatura del colore dell’occhio, nella comparsa di segni anche ben visibili, che corrispondono ciascuno a una diversa malattia.

    Per un occhio poco esperto non e’ per niente facile distinguere tra una malattia e l’altra, solo leggendo l’iride, e non e’ neanche scontato che, quando ci si guarda allo specchio, si notino immediatamente le macchie nell’occhio che indicano la patologia, ci vuole calma e attenzione.

    Il medico oculista che vi fara’ l’esame iridologico usera’ una lente o un microscopio oculistico, il paziente non dovra’ fare altro che rimanere fermo e lasciare che il medico perlustri l’occhio, alla ricerca delle macchie, delle alterazioni di colore, delle cavita’ e dei rilievi.

    Alcune di queste caratteristiche sono scritte nell’occhio fin dalla nascita, altre invece evolvono, per cui l’iridologia permette di registrare il cambiamento della vostra iride man mano che le malattie di cui soffrite evolvono; l’esame non dura, mediamente, piu’ di mezz’ora ed e’ indolore e non invasivo.

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Analisi MedicheNews SaluteOcchiiride
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI