6 erbe cicatrizzanti: quali sono e come usarle

6 erbe cicatrizzanti: quali sono e come usarle
da in Erbe Officinali, Rimedi naturali
Ultimo aggiornamento: Lunedì 21/03/2016 22:18

    Erbe

    Quali sono le erbe cicatrizzanti? Come usarle? A tutti, a un certo punto della propria vita, sarà capitato di incorrere in tagli e ferite a carico del proprio corpo: in questi casi, a rimediare alla situazione – attraverso un processo del tutto naturale come la cicatrizzazione – sono i meccanismi della coagulazione del sangue e delle piastrine. Ovviamente, in casi del genere, i tempi di guarigione sono dettati dall’organismo, ma esistono dei modi altrettanto naturali per dare una mano al corpo a rimettersi più velocemente e facilmente in sesto: questo aiuto viene, per l’appunto, dalle erbe cicatrizzanti. Occorre, in ogni caso, fare attenzione a non utilizzare i rimedi naturali direttamente sulle ferite non del tutto cicatrizzate o arrossate, così come prima delle esposizioni al sole o in caso di allergie. Ma quali sono queste piante medicinali? Come usarle? Ecco cosa c’è da sapere sulle erbe dalle proprietà cicatrizzanti e curative.

    Aloe vera

    La pianta di aloe vera è un vero e propria toccasana per la salute dell’organismo: questa vanta, infatti, numerose proprietà benefiche tra cui, per l’appunto, quelle cicatrizzanti. Il gel di aloe vera è noto per gli effetti antinfiammatori e contiene delle sostanze che aiutano la produzione di fibroblasti: si tratta di cellule che contribuiscono al processo di cicatrizzazione della pelle. Le foglie di aloe vera contengono della gelatina ed è questa che va utilizzata per fare degli impacchi direttamente sulla pelle, ma chi non ha la pianta in casa può acquistare il gel da applicare sulla cicatrice circa due volte al giorno. Gli usi di bellezza dell’aloe vera sono, inoltre, molti altri.

    Iperico

    L’iperico vanta proprietà cosmetiche e curative ed è un altro aiuto per quanto riguarda le cicatrici: di questa pianta si utilizza, però, l’oleolito; sostanza che viene estratta dai fiori. Questo olio va applicato sulla pelle – direttamente sulla cicatrice e fino a tre volte al giorno – in modo tale da riuscire a stimolare la rigenerazione cellulare: i flavonoidi in esso contenuti svolgono, infatti, un’importante azione antinfiammatoria. Questo rimedio non va utilizzato prima dell’esposizione al sole.

    Centella

    La centella asiatica è una pianta ricca di sostanze – i terpenoidi sono fra questi – importanti per il benessere della pelle: alcune di queste sono, infatti, in grado di stimolare la produzione di collagene e la rigenerazione dei vasi sanguigni e della pelle. Questa pianta può essere utilizzata come tintura madre – la quantità è di circa 30-50 gocce per due o tre volte al giorno – o olio essenziale sotto forma di creme e gel da applicare sulla cute.

    Borragine

    La borragine può essere usata sulla pelle sotto forma di olio – ricco di acido gamma linoleico – che verrà ricavato dalla pianta e potrà essere di aiuto al corpo per ricostruire la pelle, grazie anche alla sua azione antinfiammatoria: le gocce andranno fatte cadere direttamente sulla cicatrice. Inoltre, è possibile utilizzare la polpa di radice e le foglie, che andranno applicate sulla zona da trattare o utilizzate per preparare un infuso con cui fare degli impacchi: per quest’ultimo, andranno usati circa 50-100 grammi di pianta da far bollire in un litro di acqua.

    Rosa mosqueta

    La rosa mosqueta è utilizzabile come olio essenziale puro o diluito in olio di mandorle dolci: potete, infatti, versare qualche goccia sulla pelle e massaggiare. Questo olio è ricco di acidi polinsaturi, ma anche di vitamina A, vitamina E e vitamina K.

    Sedum telephium

    Infine, il sedum telephium – conosciuto anche come “erba della Madonna” – vanta un’azione batteriostatica, antiossidante e antinfiammatoria, oltre a stimolare la produzione di collagene e a disinfettare le cicatrici, accelerandone la guarigione. In commercio, è possibile trovare dei gel o estratti secchi della pianta da applicare direttamente sulla pelle.

    946

    LEGGI ANCHE