14 curiosità sul corpo umano che abbiamo scoperto di recente

Non tutti si rendono conto di quanto sia incredibile il corpo umano e ciò che lo costituisce. Sempre più spesso, la scienza fornisce nuove informazioni sulla sua struttura e funzionamento, rendendo questa macchina dalle sembianze umane sempre più perfetta di come ce l'aspettavamo. Vediamo insieme quali sono le curiosità da poco scoperte e come possono influire sulla nostra vita.

da , il

    7 scoperte sul corpo umano che forse non conosci

    Quali sono le curiosità sul corpo umano che abbiamo scoperto di recente? Il corpo umano è una macchina quasi perfetta, non finisce mai di stupirci. Ci sono molteplici cose che ancora non sono state scoperte nell’universo, come i vari problemi di fisica, chimica, matematica e sociali, per dirne alcuni. Tuttavia, tanti misteri devono ancora essere studiati a proposito del nostro corpo. Vediamo alcune delle ultime curiosità che lo riguardano: dal cuore ai reni, dal sangue al cervello, dalla bocca alle ossa, dai cromosomi alle cellule riproduttive. Affrontiamo un viaggio all’interno di alcune meraviglie del corpo umano.

    1. Più cerume quando ci si spaventa

    più cerume quando ci spaventiamo

    Entrambe le orecchie secernono più cerume quando siamo spaventati rispetto a quando non lo siamo. Gli ormoni rilasciati e le reazioni chimiche che avvengono quando proviamo paura fanno in modo che la produzione di cerume nelle orecchie aumenti. Nonostante il fenomeno sia stato studiato e dimostrato, non sono ancora chiare le cause.

    2. I destrorsi vivono più a lungo

    i destrorsi vivono più a lungo

    I destrorsi vivono in media dai 3 ai 5 anni in più rispetto ai mancini. Naturalmente questa statistica non è sempre confermata, anche se la vita media degli americani è di circa 75 anni, mentre quella delle sole persone mancine non supera i 66 anni. A quanto pare la causa di questa enorme differenza sta nel fatto che nel mondo, i macchinari, gli utensili e gli oggetti prodotti sono per la maggior parte pensati per le persone destrorse.

    3. Il fegato cresce durante il giorno

    fegato che cresce di giorno

    Secondo recenti studi svizzeri, eseguiti sulle cavie da laboratorio, il fegato cresce del 50% durante la giornata, per poi ritornare alle sue dimensioni originali di notte. Tutto dipende dall’orologio biologico: di giorno infatti è prevista la piena attività dell’organo, perciò sintesi delle proteine e dimensioni delle cellule aumentano il volume del fegato. Se i ritmi sballano, come può accadere in chi fa i turni, l’effetto scompare. E si mangia senza alcun controllo.

    4. I geni funzionano anche dopo la morte

    geni funzionano dopo la morte

    Alcuni geni continuano a funzionare anche dopo la nostra morte. Addirittura, pare che intensifichino la loro attività, continuando le loro attività anche per quattro giorni dopo il decesso. Questa scoperta, insieme alle recenti rilevazioni di attività cerebrale in pazienti dichiarati clinicamente morti da 10 minuti, ci fanno capire quanto il confine tra vita e morte sia, per certi versi, meno netto di quanto si creda.

    5. Il cervello è meglio di un’enciclopedia

    cervello più grande di un enciclopedia

    La mente umana è in grado di memorizzare cinque volte tanto la informazioni contenute nell’Enciclopedia Britannica o qualsiasi altra enciclopedia completa. Si calcola che in termini elettronici il nostro cervello abbia una memoria tra i 3 e i 1000 Terabyte, naturalmente le stime sono molto approssimative.

    6. Più quoziente intellettivo, più sogni

    più intelligente più sogni

    Mediamente un sogno umano dura due-tre secondi e in media una persona ha almeno sette sogni per notte. Gli scienziati affermano che più alto è il quoziente intellettivo di una persona, il ben noto QI, più sogni farà mentre dorme. Purtroppo però, avere un QI più sviluppato non vuol necessariamente dire ricordarsi meglio i sogni!

    7. I neuroni continuano a crescere

    i neuroni continuano a crescere

    I neuroni durante tutto il corso della vita crescono e si sviluppano. Fino a poco tempo fa si credeva che le cellule del cervello non si sviluppassero o rigenerassero più dopo i 25-30 anni. Oggi invece si sa che anche se non come avviene nella prima fase della propria vita e in altre parti del corpo, questa crescita esiste.

    8. Il cervello insensibile

    cervello senza dolore

    Il cervello in sé non ha recettori del dolore, quindi non può sentire il male fisico. È per questo che i chirurghi possono eseguire procedure a cervello aperto sui pazienti mentre sono svegli.

    9. I capelli non si distruggono

    capelli indistruttibili

    I capelli sono apparentemente indistruttibili. A parte la loro infiammabilità, i capelli, come è possibile notare anche nei reperti archeologici, sembrerebbero non decomporsi neanche dopo la morte, infatti non possono essere distrutti dall’acqua, dal freddo, dai cambiamenti climatici e sono resistenti anche a molti acidi e agenti chimici.

    10. I succhi gastrici sciolgono il metallo

    i succhi gastrici sciolgono il metallo

    I succhi gastrici sono abbastanza potenti da sciogliere una lametta. Non è il caso di mangiarsi una lametta per vedere se realmente è digeribile! Basti solo pensare che acidi come quello idro-clorico non solo possono digerire una bistecca, ma sarebbero in grado anche di sciogliere diversi tipi di metallo.

    11. I polmoni producono globuli rossi

    3D illustration of Lungs, medical concept.

    Recenti studi hanno messo in evidenza un come i polmoni, oltre ad essere il punto nevralgico dell respirazione, siano anche in grado di espletare un’altra funzione importante per l’organismo. I polmoni, infatti, sono fondamentali per la produzione di globuli rossi: i topi ne “fabbricano” circa 10 milioni all’ora, ossia la maggior parte di quelli che in ogni momento vi sono in circolazione. Finora la genesi delle piastrine era associata per lo più a cellule del midollo osseo. L’esperimento deve essere replicato nell’uomo, ma ci sono buone possibilità che nel nostro organismo le cose funzionino allo stesso modo.

    12. La scoperta di un nuovo organo

    scoperto nuovo organo mesentere

    Da poco è stato scoperto un nuovo organo nella cavità addominale: il mesentere, che fino a poco tempo fa non era considerato un organo vero e proprio, quanto piuttosto un insieme frammentato di strutture. Ora questa doppia ripiegatura del peritoneo, ovvero della membrana protettiva degli organi addominali, ha guadagnato una nuova importanza, ma la sua esatta funzione ancora non è nota.

    13. Più potere per il cervelletto

    cervelletto nuove funzioni

    Fino a poco tempo fa, si riteneva che una delle regioni più importanti del cervello, il cervelletto, presiedesse soprattutto a funzioni esterne al regno della coscienza, come stare in piedi, camminare o respirare. In realtà, sembra sia anche coinvolto nel circuito della ricompensa, una delle “molle” che guidano il comportamento umano.

    14. Il vasto potere dei batteri intestinali

    batteri intestinali più influenti

    I batteri intestinale hanno un’influenza molto più estesa di quel che si credeva. Infatti, dagli ultimi studi è scaturito che potrebbero avere un ruolo nell’insorgenza di malattie neurodegenerative, come quella di Parkinson, e nella sindrome della fatica cronica. Inoltre, potrebbero determinare alcune anomalie ai vasi cerebrali all’origine di eventi acuti, come gli ictus.