10 errori da evitare a tavola

Alcuni errori da evitare a tavola possono contribuire ad una corretta alimentazione: bollire le verdure, preparare l’insalata in anticipo, mangiare le patate se si soffre di colon irritabile.

da , il

    errori da evitare a tavola

    Ci sono degli errori da evitare a tavola e che spesso vengono commessi anche inconsapevolmente. Possono riguardare il modo in cui mangiamo, come, per esempio, il farlo troppo in fretta, oppure gli abbinamenti di alcuni tipi di cibi. Spesso è necessario procedere con molta prudenza, se si vogliono seguire i principi di un’alimentazione corretta. Vediamo in che cosa ci ritroviamo a sbagliare.

    1. Lavare l’insalata in anticipo

    insalata tavola

    Per ottimizzare il tempo, può capitare di lavare e tagliare l’insalata la sera prima e di metterla in frigo, per ritrovarsela pronta il giorno dopo. Questo comportamento è sbagliato, perché rischiamo di perdere molti sali minerali e vitamine.

    2. Le spremute abbondanti

    spremute

    Una spremuta non andrebbe mai preparata in abbondanza, per conservarla e berla a poco a poco. Le spremute di arance, ad esempio, ottime per fare il pieno di vitamina C e proteggere l’organismo dai malanni di stagione, andrebbero consumate subito. Rischiamo di lasciare che le vitamine deperiscano rapidamente.

    3. Cuocere i peperoni

    peperoni

    La vitamina C serve a garantire parecchi benefici e si trova in molti alimenti, fra cui anche i peperoni e i broccoli. Possiamo beneficiare di questi cibi, a patto, però, che li consumiamo crudi. Se li cuociamo, la vitamina C perde la sua concentrazione.

    4. Parmigiano e rucola

    parmigiano rucola

    Il formaggio non dovrebbe mai essere abbinato alle fibre. Spesso pensiamo che, mangiando il parmigiano abbinato alla rucola, possiamo apportare al nostro corpo la giusta quantità di calcio. In tutto ciò, invece, ricordiamoci che le fibre impediscono l’assorbimento del calcio.

    5. La verdura dopo la pasta

    verdura tavola

    Spesso l’ordine è ciò che conta: non bisogna mangiare prima la pasta e poi le verdure. Queste ultime dovrebbero rappresentare la maniera migliore per iniziare un pasto. La regola vale soprattutto per chi soffre di glicemia: mangiando le verdure prima, attraverso le fibre si rallenta l’assimilazione degli zuccheri e quindi si può mantenere meglio sotto controllo la glicemia nel sangue.

    6. Le patate e il colon irritabile

    patate tavola

    A volte si crede che mangiare le patate bollite possa essere un beneficio contro i disturbi intestinali. Non è assolutamente così, perché i farinacei gonfiano la pancia e stimolano l’intestino a rilasciare le feci.

    7. Bibita gassata dopo i fritti

    bibite gassate

    Una bevanda gassata dopo le patatine fritte, come siamo soliti fare al fast food, non è affatto utile. I fritti, da mangiare assolutamente con moderazione, non fanno altro che aumentare i livelli di infiammazione nel nostro corpo. Si potrebbe rimediare con una spremuta di arance. Essa agisce come una specie di “filtro” per fritti meno dannosi.

    8. Cuocere troppo la carne

    carne piastra

    La carne alla griglia deve essere cotta in maniera adeguata, affinché non diventi cancerogena. Non bisogna cuocere ad alte temperature, nemmeno alla piastra, perché altrimenti c’è il rischio di produrre sostanze tossiche.

    9. Bollire le verdure

    verdure bollite

    Per bollire le verdure si dovrebbe utilizzare la pentola a pressione, perché soltanto in questo modo si possono ridurre i tempi di cottura e si evita di disperdere tutte le vitamine e i sali minerali. Bollire gli ortaggi nell’acqua è un errore.

    10. Sale in eccesso

    sale errori

    Non bisogna esagerare con il sale, perché questo ingrediente, che tutti usiamo per condire le pietanze, può provocare numerosi problemi, soprattutto per le persone che soffrono di ipertensione. Il comportamento giusto da tenere è quello di essere moderati e non mangiare troppo salato.