10 conseguenze dell’insonnia

10 conseguenze dell’insonnia
da in Disturbi del sonno, Insonnia, Sonno
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15/06/2016 14:40

    Come combattere l'insonnia

    Quali sono 10 possibili conseguenze dell’insonnia? Presto detto. E’ stato ampiamente dimostrato che dormire tra le sei e le otto ore a notte, a seconda di quanto necessita il nostro organismo, è fondamentale per la memoria, l’attenzione, l’intelligenza logico-matematica e l’umore. Il sonno, infatti, è fondamentale per il benessere psicofisico in quanto consente all’organismo di recuperare le energie spese nelle attività quotidiane e al cervello di registrare e consolidare le esperienze vissute. Ma cosa succede al nostro organismo quando dormiamo poco? Un recente studio commissionato dall’Università di Harward ha evidenziato come il 23% delle persone statunitensi dorma meno di sei ore, contro il 29% degli europei. E le conseguenze deleterie per l’organismo sono notevoli.

    1-Depressione
    Sad Teenage Girl

    Questo disturbo è dovuto a uno squilibrio nella produzione della serotonina, un neurotrasmettitore che ha la funzione di regolare il tono dell’umore. Studi recenti pubblicati in Germania hanno evidenziato come l’insonnia sia il più rilevante sintomo prodromico (cioè che anticipa la comparsa) della depressione. Un alterato equilibrio sonno-veglia, infatti, causa nervosismo, stress ed eccessiva tensione.

    2-Disturbi cardiovascolari
    malattie cardiocvascolari 2

    Durante il sonno e a riposo l’attività cardiaca rallenta e la pressione arteriosa diminuisce. Nelle persone che soffrono di insonnia, invece, viene meno questo rallentamento fisiologico delle funzioni vitali e aumentano lo stress e la tensione. Pertanto, se questo disturbo si prolunga nel tempo, aumenta al rischio di ipertensione e di malattie cardiovascolari.

    3-Riduzione delle difese immunitarie
    Sindrome di Lyell

    Durante il sonno, l’organismo libera le citochine, sostanze che modulano la risposta immunitaria e di difesa dell’organismo nei confronti delle malattie. Se una persona dorme in modo insufficiente viene prodotta una quantità troppo scarsa di citochine e, conseguentemente, il rischio di ammalarsi aumenta.

    4-Ipotiroidismo
    ipotiroidismo EP

    L’insonnia causa la diminuzione nella produzione del Tsh, l’ormone che stimola l’attività della tiroide. Questo può determinare l’insorgere dell’ipotiroidismo, patologia della tiroide dovuta a un’insufficiente ed errata produzione ormonale. Questo disturbo provoca depressione, mancanza di forze e aumento di peso.

    5-Obesità
    obesoEP

    Chi dorme male ha maggiori probabilità di accumulare chili di troppo. In caso di insonnia, infatti, aumenta la produzione dell’ormone grelina, che segnala la fame, mentre diminuisce quella della leptina, che segnala la sazietà. Un peso eccessivo favorisce, conseguentemente, la comparsa del diabete. Recenti studi svedesi, inoltre, hanno dimostrato come il sonno ridotto alzi i livelli di glicemia e abbassi quelli di insulina.

    6-Scarsa memoria
    problema memoria

    Durante la fase di sonno Rem il cervello tende ad essere iperattivo: rielabora le esperienze vissute durante la giornata, memorizza le nozioni apprese e attiva vari processi cognitivi. In caso di insonnia questi processi non trovano il tempo necessario per verificarsi e, di conseguenza, durante la giornata sono frequenti cali di memoria e difficoltà di apprendimento e rendimento.

    7-Disturbi alla vista
    occhiali_solidali 2

    Durante il sonno, il tono muscolare diminuisce per dare modo ai muscoli di essere perfettamente efficienti e rigenerati. Questo vale necessariamente anche per i muscoli degli occhi, preposti al meccanismo dell’accomodazione, che consente la messa a fuoco degli oggetti. Ecco perché, se non si dorme bene o sufficientemente, si può avere difficoltà nella visione correndo il rischio di compromette la salute oculare.

    8-Disturbi urinari e renali
    malattie reni

    Alcuni studiosi del New England Research Institute del Massachusetts hanno eseguito una ricerca su 1600 uomini e 2500 donne di circa 48 anni per valutare la qualità del loro sonno e la presenza di disturbi urinari e renali. Dallo studio è emerso un collegamento tra questi ultimi e l’insonnia. Inoltre, è emerso come i disturbi del sonno incidano anche sulla disfunzione erettile maschile.

    9-Invecchiamento precoce
    visoEP

    Alcuni studiosi dell’University hospital case medical center di Cleveland hanno esaminato la pelle di un gruppo di donne fra i 30 e i 49 anni composto da soggetti con differenti abitudini legate al sonno. Nelle donne che dormivano in modo soddisfacente la perdita di acqua attraverso la pelle é risultata minore. Inoltre, il punteggio legato all’invecchiamento intrinseco del derma é risultato piú elevato nelle donne con difficoltà a riposare.

    10-Cancro
    news_img1_64946_medico

    Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention dell’American Association for Cancer Research, gli uomini che soffrono di insonnia hanno più del doppio del rischio di ammalarsi di cancro della prostata. I risultati pubblicati dagli studiosi, inoltre, hanno evidenziato un’associazione tra patologie del sonno e incremento del cancro della prostata, ma anche tra disturbi del sonno e insorgenza di tumori al seno per quel che concerne le donne.

    1093

    LEGGI ANCHE